Notizie

Sottocategorie

 

  • Renato Brambilla – Presidente

 

  • Marica Prendin –  Vicepresidente e Direttore Tecnico

 

  • Kirsten Dal Corso – Consigliere e Rappresentante degli Atleti

 

  • Alessandra Zanotto – Consigliere

 

  • Maristella Scipolo – Segretaria

 

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Judo Verona nasce ufficialmente con tale denominazione nel 2007, ma le sue origini partono da ben più lontano.

il maestro Fidelio Franceschetti (primo a destra) in occasione del Campionato Regionale Cadetti 2007, vinto da Anna Righetti

Franceschetti accetta l’incarico e porta con sé in affiancamento l’allievo Pierluigi Paiotta, Cintura Nera e fresco di nomina ad Allenatore dell’Ente di Promozione Sportiva Libertas. Dopo tre anni di cogestione, nel settembre 1993 Franceschetti cede la palestra a Paiotta, che assume la titolarità dell’insegnamento.

E’ infatti nel 1990 che l’Istruttore Fidelio Franceschetti viene chiamato da Mario Arieti, attuale Presidente della Società Sportiva Dilettantistica A. A. Pupi Arieti, a colmare il vuoto dell’insegnamento del judo lasciato dalla precedente insegnante presso la palestra Maritati di via Pigafetta, in B il primo Presidente Mario Arieti, primo a sinistra, in occasione della nostra vittoria al Trofeo di Gardolo 2007orgo Milano.

 

 

il primo gruppo di atleti, stagione 1993-1994

Gli allievi sono una ventina, compresi Gilio Vantini e Massimiliano Citterio, attuale responsabile del nostro sito internet, che insieme a Paiotta cercheranno nuovi atleti e getteranno le basi per la crescita dell’attuale società. Rinasce così il settore Judo del Centro Sportivo Pupi, affiliato all’Ente di Promozione Sportiva Libertas. Gilio Vantini, primo a sinistra, in occasione dello stage con il maestro Sugijama a Vicenza nel 2001
il gruppo di atleti della stagione sportiva 1997-1998

Il sodalizio sportivo getta in questi anni le basi di quelle che saranno le caratteristiche distintive che lo rendono ancora oggi unico nel suo genere: la varietà di corsi disponibili per tutte le fasce di età unita al continuo sviluppo di competenze del corpo docente, per soddisfare le esigenze dei singoli individui con la massima professionalità. E’ così che l’Associazione Sportiva cresce progressivamente, incrementando con sistematicità il numero di cinture nere, garantendo il loro continuo aumento di grado, ampliando il numero di insegnanti tecnici e presidiando al contempo il settore agonistico.

 

I primi a “far carriera” sono proprio gli allievi storici Gilio Vantini e Massimiliano Citterio, il primo che si ferma alla cintura nera 1° dan ed il secondo che riesce invece ad arrivare al 2° dan. Seguiranno Filippi Fabrizia e Marica Prendin, altra allieva storica del settembre 1993 che, passo dopo passo, conseguirà in seguito il 3° dan. Marica Prendin ( a sinistra) e Fabrizia Filippi (a destra), al conseguimento del loro 1° dan, nel 2004 Massimiliano Citterio (primo a sinistra) e Mischa Wagner (primo a destra) al conseguimento del loro 2° dan, nel 2003

 

Anche il settore agonistico darà fin dall’inizio grandi soddisfazioni, che continuano tuttora. La prima atleta che si cimenta in campo agonistico è ancora una volta Marica Prendin, che raggiungerà il primo posto del podio in diversi Campionati Regionali e Campionati Nazionali Libertas. Il settore trova nuovo impulso nel 2000 con l’arrivo in società di Mischa Wagner, pluricampione interregionale nei campionati tedeschi, trasferitosi a Verona per motivi famigliari. E’ in questi anni che crescono le prestazioni di un altro allievo, Giuseppe Fagiuoli, che sarà il primo atleta dell’Associazione Sportiva a sfiorare il conseguimento della cintura nera per meriti agonistici, perdendo la finale per il 3° posto al Campionato Italiano Cadetti del 10 maggio 2003. Prenderà poi il testimone Gioia Righetti, anche lei più volte arrivata alla finale del Campionato Italiano di categoria. Giuseppe Fagiuoli (primo a sinistra) e Gioia Righetti (prima a destra) in occasione della loro vittoria del Campionato Regionale 2005

 

la prima convention del gruppo adulti –Solferino, luglio 2002 Nel 2001 entrano in società Denis Tessaro e Aldo Carli, quest’ultimo proveniente da un’esperienza di judoka presso un’altra società sportiva, che, insieme a Fabio Gugole, rappresenteranno la base di partenza di un primo gruppo di “atleti adulti” dediti non solo alla pratica del judo, ma capaci anche di gestire aspetti organizzativi ed amministrativi della palestra. E’ quindi in questi anni che inizia il processo di delega di Paiotta, che inizierà a distribuire a dei “compagni di viaggio” compiti e funzioni fino ad allora necessariamente concentrati su di lui e che non avevano permesso alla società di svilupparsi ed evolversi.

 

Nel 2003 arriva da un’altra società sportiva Andrea Marconi, prima cintura nera laureata anche in Scienze Motorie, che darà un contributo di forte arricchimento tecnico all’attività di preparazione fisica di quelli che saranno gli agonisti del futuro.
Nel frattempo si fanno notare altri agonisti, come Fasone Davide, Battilotti Alberto, Boccato Matteo, Turri Eugenio con la sorella Giulia, Ponso Margherita, Righetti Anna e Dal Corso Kirsten. Queste ultime due, in particolare, saranno fonte di grandi risultati futuri.
Nel 2005 una normativa della F.I.J.L.K.A.M. – Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali - vieta che un Tecnico della Federazione presti la sua opera di insegnamento in una società affiliata esclusivamente ad un Ente di Promozione Sportiva. Nasce quindi l’idea di costituire un’Associazione Sportiva autonoma ed affiliata esclusivamente alla FIJLKAM; nel settembre 2006 Paiotta inizia quindi a cercare tra gli atleti presenti dei Collaboratori che possano affiancarlo nella costituzione della nuova società.
Pragelato (Sestriere, Torino), i primi fondatori dell’ASD Judo Verona ne pongono le sue basi il 2/12/2006

 

i 5 valori portanti dell’ASD Judo Verona

Il 2 dicembre 2006, a Pragelato – Sestriere (TO), si riuniscono le persone che hanno risposto positivamente all’appello ed in occasione di tale ritiro identificano i cinque valori su cui poggia la nuova Associazione Sportiva:

-    professionalità
-    rispetto e disciplina
-    attenzione all’individuo
-    benessere nella sobrietà
-    amicizia

 

Dopo aver condiviso i presupposti morali, viene definito l’organigramma, redatti l’Atto Costitutivo e lo Statuto ed il 9 marzo 2007 la società viene registrata presso l’Agenzia delle Entrate. Il 27 marzo 2007 l’Associazione Sportiva Dilettantistica Judo Verona è realtà!
Tra il 2006 ed il 2007 brilla la stella di Anna Righetti, che salirà sul podio in tutte le gare sostenute, dal titolo di Campionessa Regionale del novembre 2006, al 2° posto del Trofeo Alpe Adria, al Trofeo Internazionale di Vittorio Veneto, fino all’ottimo 5° posto al Campionato Italiano Cadetti 2007.
Anna Righetti (prima a sinistra) vincitrice del Trofeo Topolino del 2007

 

Kirsten in mezzo ai genitori in occasione del 3° posto vinto al Campionato Italiano Cadetti 2010

La neonata associazione sportiva si conferma come palestra come attrae professionisti di livello da altre società sportive. Dopo Carli e Marconi, infatti, nel 2007 fa il suo ingresso in società Alessandra Zanotto, anche lei con alle spalle un passato di judoka in un’altra società e tanta voglia di ricominciare. Un po’ alla volta farà strada all’interno della palestra e darà il suo contributo alla crescita soprattutto dei più piccoli. Dal 2009 inizia a mietere risultati importanti Kirsten Dal Corso, nuovo astro nascente della palestra, i cui risultati culmineranno con il 3° posto al Campionato Italiano Cadetti del 14 febbraio 2010 a Terni. Grazie a quel risultato, Kirsten sarà la prima e finora unica nostra atleta capace di conseguire la cintura nera per meriti agonistici: un risultato storico e di portata straordinaria per la nostra Associazione Sportiva.

 

Arriviamo così ai giorni nostri. I più recenti risultati agonistici vedono l’affermarsi di Diego Nicoli, nuovo portabandiera della nostra società sportiva: solo nel 2012 è salito per ben tre volte sul primo posto del podio in tre competizioni, laureandosi, tra l’altro, Campione Regionale di categoria. Nel 2013 Diego conquista il podio in altri tre trofei, maturando un'abilità tecnica che il 26 maggio lo porterà a classificarsi ancora una volta Campione Regionale di categoria. Nel 2014 si classifica al secondo posto al trofeo di Vittorio Veneto, competizione che per qualità e numero di atleti equivale ad un Campionato Italiano. Seguiranno fino a giugno 2014 altri presigiosi risultati ai trofei regionali in programma. Diego Nicoli Campione Regionale

 

Cinture Nere 2014 - 2015

Da quell’ormai lontano settembre 1993 sono cambiate molte cose: gli atleti sono una sessantina, il massimo che l’orario di palestra disponibile può permettere, e le Cinture Nere attualmente attive in palestra, di vari gradi (dan), sono dodici: un record, rapportate al numero totale di atleti!

Di queste, ben otto possiedono la qualifica di Insegnante Tecnico Federale e mettono a disposizione la propria professionalità a favore delle diverse tipologie di atleti: bambini, ragazzi, adulti ed agonisti.

 

 

Tutto questo per realizzare e garantire sempre un ambiente piacevole e motivante, particolarmente adatto all’educazione non solo sportiva dei più giovani. il gruppo di atleti della stagione sportiva 2014- 2015

 

Associazione Sportiva Dilettantistica Judo Verona


La nostra Associazione organizza attività per bambini, ragazzi, agonisti e adulti.
I nostri obiettivi sono: il controllo di se stessi, l'acquisizione di sicurezza nella gestione del proprio corpo, l'equilibrio mentale e lo star bene insieme con gli altri.

 

 


 

Sede allenamenti: Palestra Maritati  - via Pigafetta, n. 17 - 37138 Verona

Telefono: 338 / 976.63.48 Renato

Telefono: 347 / 895.92.04 Marica

Email: info@judoverona.it


Sede legale: via Agrigento, n. 6 – 37138 VERONA


Recapito corrispondenza: via Don Cordioli, n.15 - 37029 S. Pietro in Cariano  (VR)


Società affiliata FIJLKAM, riconosciuta dal CONI


Codice Fiscale: 93190510235

Pagina 7 di 7